Imu fabbricati D, Consiglio Unione Mugello: versamenti ai Comuni

Pubblicato Lunedì, 11 Gennaio 2021
Data di scadenza Lunedì, 11 Gennaio 2021

 

La posizione è espressa in un ordine del giorno

 

Sia “riconosciuta la piena sovranità comunale in materia di versamenti IMU per gli immobili appartenenti al gruppo catastale 'D', i cui proventi oggi vengono versati direttamente allo Stato determinando una perdita notevole per le casse comunali”. Lo chiede il Consiglio dell'Unione dei Comuni del Mugello con un ordine del giorno. Presentato dal gruppo 'Centrosinistra per l'Unione Mugello-Democratici e Socialisti', il documento approvato dal Consiglio rileva come la normativa nazionale riservi allo Stato una “quota del tributo dovuto per i fabbricati di categoria D ad aliquota standard (7,6 per mille, di fatto impedendo anche la possibilità di abbassare le tasse sugli immobili in modo da poter riequilibrare tutte le categorie catastali). Per questi immobili ai Comuni viene lasciata la facoltà di aumentare l’aliquota base di 3 punti percentuali e di incassare le maggiori somme. Si tratta dei fabbricati destinati a attività industriali o commerciali”. Tale meccanismo “risulta penalizzante per le amministrazioni che presentano sul proprio territorio immobili di categoria D - si osserva nell'ordine del giorno -, considerando che tale carico urbanistico comporta delle opportunità di sviluppo socio economico per tali comuni, ma anche considerevoli spese in più sul bilancio comunale, attingendo alla fiscalità generale per garantire la manutenzione di tali aree”. I proventi “oggi vengono versati direttamente allo Stato determinando una perdita notevole per le casse comunali, con effetti negativi sui servizi erogati”, si nota. Un'istanza che richiede un'azione di Anci nel confronto col governo rispetto alla ridiscussione del Fondo di solidarietà comunale e alla riforma fiscale che il governo stesso ha dichiarato di voler attuare nel 2021.

Ultimo aggiornamento: Lun, 11/01/2021 - 12:24