I bambini al centro, nei servizi educativi prima infanzia

 

Da Regione finanziamenti ai Comuni per la gestione

 

 

Il Mugello ha investito notevolmente negli anni sui servizi educativi per la prima infanzia, per ampliarne l'offerta, aumentarne la qualità e far crescere esperienze. Con finanziamenti e risorse dirette degli enti locali ma anche della Regione Toscana. Nel bando POR FSE 2014-2020 sono stati previsti e stanziati contributi ai comuni toscani, con premialità per quelli montani, per sostenerne la gestione, diretta e indiretta, e l'acquisto di posti bambino presso strutture educative accreditate nel territorio regionale. Anche i Comuni del Mugello, partecipando al bando regionale, hanno ricevuto finanziamenti per il sostegno nella gestione e qualità dei servizi, che permettono anche tariffe agevolate per le famiglie. Nel 2017, complessivamente circa 250.000 euro.
Appena aggiornata, è a disposizione delle famiglie la “Carta dei servizi educativi per l’infanzia della zona del Mugello”, curata dal Gruppo di coordinamento pedagogico zonale. Scaricabile sia dal sito dell'Unione dei Comuni che dai siti dei Comuni, è una 'guida' che illustra in maniera integrata e completa l’offerta educativa per i bambini da 0 a 3 anni e tutto il sistema dei servizi educativi per la prima infanzia nel territorio.
“Accanto allo sviluppo quantitativo e alla diversificazione dell’offerta è sempre stata costante l’attenzione alla qualità educativa dei servizi - sottolinea l'assessore alla Formazione dell'Unione dei Comuni Giampiero Mongatti -, che si è realizzata attraverso il rafforzamento delle funzioni di coordinamento del sistema e attraverso la formazione del personale educativo dei nidi gestita dall'Unione dei Comuni”.