Taglio boschivo, proroga al 30 aprile

 

Riguarda i boschi cedui sotto gli 800 metri

 

In considerazione dello sfavorevole andamento climatico  verificatosi negli ultimi mesi che ha determinato l'impossibilita' di operare in bosco  e verificato l'attuale stato vegetativo delle piante, questo ente, ai sensi del vigente regolamento forestale 48/r ha deciso di prorogare il taglio boschivo per i cedui posti ad una quota inferiore agli 800 m slm fino al 30 aprile compreso.
Conseguentemente anche l'esbosco del materiale legnoso dovra' avvenire entro 30 giorni dalla scadenza del periodo in cui e' consentito il taglio.
Il taglio dei boschi cedui posti  ad una quota superiore agli 800 m slm resta invariato (15 maggio)