Videosorveglianza, in funzione 25 telecamere 'intelligenti' per 7 comuni

Sistema inaugurato stamani da presidente Unione Comuni Omoboni e assessore regionale Bugli

 

Venticinque “occhi” elettronici vigilano sul territorio.
Attive già da qualche tempo per verifiche e test tecnici, stamani sono state ufficialmente 'accese' le telecamere intelligenti che compongono il sistema di videosorveglianza territoriale integraoa che copre, con 14 postazioni, i sette comuni afferenti alla Polizia municipale Unione Mugello. Gli apparecchi ad alta risoluzione, 25 in totale, sono posizionati agli ingressi e alle uscite dei comuni di Barberino, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Scarperia e San Piero, Marradi, Palazzuolo sul Senio e Vicchio e riescono a 'catturare' il veicolo in transito e leggerne la targa. Anche in orario notturno. L'immagine in modalità 'picture in picture' è trasmessa in tempo reale alla centrale operativa al Comando Struttura Unica della Polizia municipale e all'impianto gemello al Comando Compagnia dei Carabinieri, a Borgo San Lorenzo, che in pochi attimi, dal controllo delle banche dati di Motorizzazione e Ministero dei Trasporti, rilevano se il mezzo è sprovvisto di assicurazione, revisione oppure se risulta provento di furto.
Il sistema di videosorveglianza territoriale integrato è stato realizzato dall'Unione dei Comuni del Mugello per un investimento complessivo di 270.000 euro, con un finanziamento da parte della Regione di 38.000 euro. E a breve, con un ulteriore investimento di 55.000 euro (23.000 euro di contributo regionale) sarà implementato.
L'apparato è stato inaugurato stamani, a Borgo, dal presidente dell'Unione dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni e dall'assessore regionale Vittorio Bugli insieme ai comandanti Paolo Baldini, Luca Poggiali, Marco Bambi e Stefano Baldini.
Soddisfatto il presidente dell'Unione dei Comuni Paolo Omoboni: “Inauguriamo un avanzato sistema di videosorveglianza con lettura targhe, realizzato con un investimento diretto dell'Unione dei Comuni e finanziamento regionale ottenuto col nostro progetto. Le telecamere intelligenti sono state installate già da qualche mese e oggi entrano pienamente in funzione. Polizia municipale e carabinieri potranno controllare auto e mezzi in entrata e uscita dal Mugello - chiosa - per un più efficace presidio del territorio e la sicurezza dei cittadini, anche con funzione di deterrente”.
“In questi anni abbiamo fatto più esperimenti, finanziando una serie di progetti speciali sulla sicurezza integrata, e uno dei punti che più abbiamo sviluppato è quello delle nuove tecnologie”, spiega l’assessore alla presidenza della Regione Toscana Vittorio Bugli: “Le telecamere - aggiunge l'assessore Bugli - aiutano le forza di polizia nelle indagini, aumentano la percezione di sicurezza. Il salto di qualità, rendendole ancora più intelligenti e interconnesse, è quello di farle diventare anche strumenti di prevenzione. Le nuove tecnologie ne migliorano le prestazione. Per questo abbiamo volentieri finanziato anche questo progetto del Mugello: un sistema a disposizione non solo della polizia municipale ma di tutte le forze dell’ordine".
L'inaugurazione del sistema di videosorveglianza si è tenuta stamani nell'ambito della cerimonia per il 6° anniversario della Struttura Unica della Polizia municipale Unione Mugello, alla quale hanno partecipato, tra gli altri, rappresentanti dei Comuni (il vicesindaco di Scarperia e San Piero Francesco Bacci e il vicesindaco di Vicchio Carlotta Tai, l'assessore dicomanese Tommaso Capretti, l'assessore barberinese Giuliano Biancalani e l'assessore marradese Marzia Gentilini) e rappresentanti di Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Polizia provinciale.

Ultimo aggiornamento: Gio, 31/01/2019 - 11:43