Imposta di soggiorno

Imposta di soggiorno

Ufficio: Turismo - Sportello Imposta di Soggiorno
Referente: Piera Ballabio
Responsabile: Vincenzo Massaro
Indirizzo: Via Togliatti, 45 - 50032 Borgo San Lorenzo (FI)
Tel: 055 84527184/5/6
Fax: 055 8456288
E-mail: impostadisoggiorno@uc-mugello.fi.it
Orario di apertura: lunedì, mercoledì e venerdì 9,00 - 13,30 | martedì e giovedì 9,00 – 13,30 / 15,00 – 17,30

Descrizione

Dal 1 Luglio 2012 è entrata in vigore l'imposta di soggiorno nel territorio dell'Unione Montana dei Comuni del Mugello e più precisamente nei Comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Senio, San Piero a Sieve, Scarperia (oggi uniti nel comune unico di Scarperia e San Piero) e Vicchio.

L'imposta è stata istituita con delibera del Consiglio dell'Unione n. 14 del 22/05/2012 ai sensi dell'art 4 del Decreto legislativo 23/2011.

Con la sopra citata delibera è stato approvato il regolamento che disciplina l'imposta da applicarsi.

Il regolamento è stato modificato con Delibera di Consiglio n.32 del 27/11/2015, integrato con apposito emendamento per “emergenza profughi” all'art.5, in vigore da aprile 2016.

L'imposta è commisurata in rapporto alla tipologia delle strutture ricettive per un massimo di 6 pernottamenti consecutivi.

L’imposta è graduata e commisurata con riferimento alla tipologia delle strutture ricettive definita dalla normativa regionale, che tiene conto delle caratteristiche e dei servizi offerti dalle medesime.

I soggetti che pernottano nelle strutture ricettive, quali soggetti responsabili dell'imposta,  corrispondono l’imposta al gestore della struttura, il quale rilascia quietanza delle somme riscosse. La quota relativa all’imposta deve essere inserita nella ricevuta fiscale come “campo esente IVA”. Nel caso di gruppi o famiglie, il gestore della struttura può rilasciare una ricevuta unica.

L' imposta non si applica alle singole persone residenti nei Comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Scarperia e San Piero, Vicchio.

E' prevista l'esenzione dall'imposta per:

  1. i minori fino al compimento del quattordicesimo anno di età;
  2. i malati ed i soggetti che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio, anche per trattamento in day hospital, in ragione di un accompagnatore o due genitori per paziente. Per il trattamento in day hospital l'esenzione è valida anche per i giorni precedenti e successivi al ricovero.
  3. i dipendenti di strutture ricettive non residenti che lavorano nella medesima struttura ed alloggiano per motivi di lavoro;
  4. l’accompagnatore e i portatori di handicap non autosufficienti, con idonea certificazione medica;
  5. i soggetti che alloggiano in strutture ricettive a seguito di provvedimenti adottati da autorità pubbliche, per fronteggiare situazioni di emergenza conseguenti a eventi calamitosi o di natura straordinaria o per finalità di soccorso umanitario;
  6. i cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, arrivati a seguito di flussi non programmati e rientranti in piani straordinari nazionali di accoglienza. L’applicazione dell’esenzione é subordinata alla consegna, da parte degli interessati al gestore della struttura ricettiva, della convenzione stipulata dall’Ente gestore intermediario con l’Ente preposto dal Ministero dell’Interno.  

L'applicazione dell'esenzione di cui al precedente comma, lettera b), è subordinata al rilascio al gestore della struttura ricettiva, da parte dell'interessato, di un'attestazione, resa in base alle disposizioni di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 2000 e successive modificazioni, contenente le generalità degli accompagnatori/genitori e dei pazienti, nonchè il periodo di riferimento delle prestazioni sanitarie o del ricovero. L'accompagnatore/genitore dovrà altresì dichiarare che il soggiorno presso la struttura ricettiva è finalizzato all'assistenza sanitaria nei confronti del paziente.

Sono previste riduzioni del 50% per:

  1. per gli studenti ed i loro accompagnatori che alloggiano nelle strutture in occasione di gite scolastiche organizzate
  2. per chi pernotta nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio

Per permettere ai clienti che pernottano presso la propria struttura ricettiva di conoscere le modalità di applicazione, l'entità dell'imposta di soggiorno e le esenzioni previste, i gestori della struttura ricettiva sono tenuti a darne informazione in appositi spazi, mediante avvisi multilingue predisposti dall’Unione di Comuni.

Iter procedura

Ogni 3 mesi i gestori delle strutture ricettive hanno l'obbligo di presentare all'Ente, di norma per via telematica,  la dichiarazione e la rendicontazione del numero totale dei pernottamenti registrati ed effettuare il relativo versamento entro il giorno 16 del mese successivo.

La documentazione, la rendicontazione e copia del relativo versamento potranno essere inviati tramite il sistema telematico su lineacomune.it oppure consegnando copia della dichiarazione, rendicontazione e dell'avvenuto versamento via email, via fax oppure personalmente in orario di apertura dell'ufficio.

Per quanto riguarda le modalità di versamento, il gestore della struttura ricettiva potrà riversare all'Unione Montana dei Comuni del Mugello l'imposta riscossa attivando i seguenti canali di pagamento:

  • Pagamento tramite bonifico bancario sul conto corrente intestato all'Unione Montana dei Comuni del Mugello - Cassa di Risparmio di Firenze SpA (gruppo Intesa San Paolo). - Agenzia di Borgo S.Lorenzo (FI) - Piazza Curtatone e Montanara - ABI 6160 - CAB 37750 - C/C N.100000300006 - codice IBAN: IT 52 T 06160 37750 100000300006 con causale "IMPOSTA DI SOGGIORNO"
  • Versamento sul conto corrente postale n.15312507 acceso presso l'ufficio postale di Borgo S.Lorenzo (FI) con causale "IMPOSTA DI SOGGIORNO"
  • con versamento diretto da effettuarsi presso gli sportelli della Tesoreria dell'Unione dei Comuni (Cassa di Risparmio di Firenze SpA - Agenzia di Borgo S.Lorenzo (FI) - Piazza Curtatone e Montanara). IMPORTANTE: si precisa che per versamenti effettuati in contanti, presso tutti gli sportelli delle filiali C.R.F. - Intesa S.Paolo (SERVIZIO TESORERIA - Ente 32) dei Comuni dell'Unione Montana, non verrà applicata alcuna commissione bancaria.

In caso la somma da versare per il trimestre sia inferiore ai 10,00 €, il gestore della struttura ricettiva ha la facoltà di rinviare il versamento al trimestre successivo. Rimangono obbligatori i termini e le modalità di rendicontazione di cui sopra.

Informazioni

Ulteriori informazioni sull'applicazione dell'imposta di soggiorno possono essere richieste tramite:

  • sportelli informativi:Ufficio Turismo dell'Unione Montana dei Comuni del Mugello via Togliatti, 45 a Borgo San Lorenzo
  • il sito istituzionale  dell'Unione Montana dei Comuni del Mugello www.uc-mugello.fi.it, e quello turistico www.mugellotoscana.it, nell'apposita sezione riservata all'imposta di soggiorno.
  • Telefonicamente allo 055 84527185/6
  • Via fax allo 055 8456288
  • e-mail a: impostadisoggiorno@uc-mugello.fi.it

Per ottenere informazioni relative all'utilizzo del sistema via web della dichiarazione e/o versamento on-line è possibile contattare l' help desk al seguente indirizzo mail supportoutenti@lineacomune.it.

Normativa di riferimento

  1. Decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 - Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale.
  2. Regolamento per l’istituzione dell’Imposta di Soggiorno nell’Unione Montana dei Comuni del Mugello, approvato con Delibera del Consiglio dell’Unione Montana  dei Comuni del Mugello n.14 del 22/05/2012. In vigore fino al 31 marzo 2016.   
  3. Regolamento per l’istituzione dell’Imposta di Soggiorno nell’Unione Montana dei Comuni del Mugello, approvato con Delibera di Consiglio dell'Unione Montana dei Comuni del Mugello, n. 14 del 22/05/2012, integrato e modificato con Delibera di Consiglio n. 32 del 27/11/2015. In vigore dal  1 aprile 2016.

Reclami ricorsi opposizioni

Le violazioni al succitato regolamento sono punite con le sanzioni amministrative irrogate sulla base dei principi generali dettati, in materia di sanzioni tributarie, dai Decreti Legislativi 18 dicembre 1997, n. 471, n. 472 e n. 473, come dettagliato negli artt. 9 e 10 del regolamento in vigore.

Le somme dovute all’Ente per imposta, sanzioni ed interessi, se non versate, sono riscosse coattivamente secondo la normativa vigente.

Le controversie concernenti l’imposta di soggiorno sono devolute alla giurisdizione delle commissioni tributarie ai sensi del decreto legislativo 31 dicembre 1992, n. 546.

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *