'Archeologia a Tavola': 'svelato' il pestello del Paleolitico

Esposto ora in forma permanente al museo di Sant'Agata

 

E' ora esposto in forma permanente al Centro di Documentazione Archeologica di Sant’Agata il rarissimo macinello/pestello del Paleolitico rinvenuto in Mugello, a Bilancino per la precisione, negli anni '90. Questo uno dei momenti più importanti delle iniziative di “Archeologia a Tavola”, progetto del Sistema Museale Mugello Montagna Fiorentina, coordinato dall'Unione dei Comuni del Mugello, nell'ambito dell'iniziativa nazionale “2018, Anno del Cibo italiano” del Mibac. Alla presentazione il sindaco di Scarperia e San Piero e assessore al Turismo dell'Unione dei Comuni Fedrico Ignesti, la dottoressa Susanna Sarti della Soprintendenza archeologica, l'architetto Alessandro Nocentini che ha curato allestimento, oltre che i responsabili dell'associazione culturale MU.S.A.
“Archeologia a Tavola” è un viaggio nel tempo, dalla Preistoria al Medioevo, tra cibo e abitudini alimentari, in tre musei del territorio mugellano: oltre al Centro di Documentazione Archeologica di Sant’Agata, il Museo Archeologico Comprensoriale di Dicomano e il Museo Archeologico dell’Alto Mugello di Palazzuolo sul Senio. Le testimonianze archeologiche ed i rinvenimenti conservati negli allestimenti museali permettono di ricostruire le attività connesse sia alla ricerca di riserve alimentari (caccia, pesca, agricoltura e allevamento), sia alla preparazione, cottura, uso e conservazione del cibo: oltre al prezioso e rarissimo macinello/pestello di circa 30.000 anni fa, di particolare interesse storico-antropologico sono anche il corredo da mensa proveniente dalla Tomba etrusca del Guerriero al Museo Archeologico dell’Alto Mugello di Palazzuolo sul Senio e la ricostruzione di un “dolium”, contenitore di epoca romana per l'allevamento dei ghiri, al Museo Archeologico Comprensoriale di Dicomano.
In occasione della “Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo”, 14 ottobre, si terranno in contemporanea tre iniziative: a Dicomano “Storie di cibo nell’antica Roma”, conferenza e laboratorio didattico per bambini legato al cibo con Lorenza Camin e Martina Rodinò, alle 17; a Sant'Agata, “Non solo farina”, laboratorio didattico di preistoria con Paolo Gucci, ore 16-18; a Palazzuolo sul Senio, “Castaneae: i romani mangiavano le castagne?”, attività per famiglie a cura del Gruppo Archeologico Alto Mugello, ore 15-18.

Ultimo aggiornamento: Mar, 25/09/2018 - 15:05