L'ospedale che verrà: investimenti e servizi al centro del Consiglio aperto

 

Illustrato progetto 'Circuito della Salute', conclusi intanto i lavori di adeguamento statico

 

La prima notizia è che i lavori di adeguamento statico dell'ospedale mugellano sono stati realizzati: il completamento è recente, restano i collaudi da effettuare. La seconda notizia è che sono confermati gli impegni e gli investimenti - 31.400.000 euro - per il progetto “Circuito della Salute”, concordato tra Unione Comuni e SdS Mugello, Regione e Azienda Usl Toscana Centro, che prevede la riqualificazione e l'ammodernamento del presidio oltre all'ampliamento con funzioni e attività sanitarie. La terza notizia è che la progettazione preliminare è in corso.
E' stata una seduta fiume quella del Consiglio aperto dell'Unione dei Comuni del Mugello sull'ospedale e i servizi sanitari tenutasi giovedì pomeriggio a Borgo San Lorenzo, con la partecipazione del direttore generale dell'Azienda Usl Toscana Centro Paolo Morello e l'ingegnere Luca Meucci dell'Area Tecnica aziendale a illustrare il progetto. Presenti sindaci e consiglieri mugellani, la consigliera regionale Fiammetta Capirossi, rappresentanti delle forze politiche e di associazioni, sindacati e molti cittadini. Per l'Azienda sanitaria erano presenti inoltre il direttore sanitario Emanuele Gori, il direttore stabilimenti ospedalieri Firenze II Lucilla Di Renzo, il direttore sanitario dell'ospedale del Mugello Andrea Bassetti.
“L'ospedale è e sarà ancora di più un punto di riferimento fondamentale per il territorio. Lo è per gli amministratori locali e lo è per l'Azienda sanitaria - ha sottolineato con soddisfazione il presidente dell'Unione dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni -. Ed è previsto un investimento di quasi 32 milioni di euro, tra i più ingenti che il territorio ricordi, che ne cambierà completamente il volto: sarà più sicuro, potenziato, più funzionale e perno centrale di un moderno polo sanitario. Questo è un punto fermo. Ci impegniamo a monitorare i tempi e - ha affermato - a riferire al Consiglio, come è emerso dalla discussione”. E il presidente della Società della Salute Roberto Izzo ha rimarcato la sinergia istituzionale che ha portato al progetto 'Circuito della Salute': “Abbiamo lavorato tutti insieme per un ospedale moderno per i bisogni dei cittadini. Una priorità assoluta per tutti gli amministratori, per tutto il territorio. Diamo una prospettiva certa, ma stiamo anche lavorando con l'Azienda sanitaria sulle criticità attuali”.
Sarà completamento riqualificato, rinnovato e ammodernato l'ospedale del Mugello, secondo le previsioni. Da cima a fondo. O meglio da fondo a cima, perché, innanzitutto, s'interverrà con l'adeguamento antisismico: un'operazione complessa che prevede il rafforzamento strutturale tramite isolatori sismici. Sono previsti, ancora, consistenti interventi a carattere edile ed impiantistico con ristrutturazioni, ammodernamenti e ampliamenti per un miglioramento complessivo della sicurezza ed un efficientamento dell’organizzazione funzionale di tutta la struttura ospedaliera, dal pronto soccorso al blocco operatorio e ai reparti, e delle dotazioni tecnologiche. E ulteriori attività e servizi sanitari sorgeranno nella adiacente area del Tannino. L'esecuzione dei lavori, è stato puntualizzato, non comporterà interruzioni di servizi.
Sui particolari del maxi investimento e sulle attività sanitarie, soprattutto su tempi e carenze di servizi e personale, si è concentrata la discussione con domande e rilievi, dai consiglieri dei gruppi di minoranza di 'Insieme per il Mugello', M5S, Rifondazione comunista e Forza Italia ma anche dal gruppo di maggioranza di centrosinistra, e dal pubblico con forze politiche e cittadini. E il direttore generale Morello ha fornito risposte e chiarimenti.

Ultimo aggiornamento: Sab, 05/05/2018 - 13:15