Pecore sbranate in Mugello, la preoccupazione è alta nel territorio

 

Assessore Ignesti: attacchi di predatori sempre più frequenti, situazione fuori dell'ordinario

 

 

Delle pecore sbranate sono state rinvenute in Mugello nei giorni scorsi. Ennesimi casi di attacchi di predatori, presumibilmente di lupo, denunciati da allevatori nel territorio e in Toscana.
La preoccupazione sale sempre di più tra gli allevatori e anche tra gli amministratori locali. Come mette in luce l'assessore all'Agricoltura dell'Unione dei Comuni del Mugello Federico Ignesti: “Anche nel nostro territorio si stanno facendo frequenti gli episodi di attacchi di pedatori, con tutta probabilità di lupo, con pecore e agnelli uccisi e sbranati. Sono stati denunciati dai nostri allevatori nei mesi scorsi, nelle settimane scorse e gli ultimi sono recentissimi. La situazione, come si vede dal numero sempre maggiore di casi di predazione in Toscana, di aziende agricole che subiscono grossi danni e allevatori esasperati, non può essere sottovalutata. Una situazione che probabilmente è già fuori dell’ordinario e per questo le misure a disposizione non sono sufficienti per fermare questo scempio”. Continua l’assessore Ignesti: “L’allevatore non subisce solo il danno dell’animale ucciso. I capi che sono assaliti dai predatori e si salvano subiscono traumi fino a non essere più idonei per la produzione, con il rischio che si comprometta l’attività o l’esistenza stessa di un’azienda. E’ un allarme serio quello che stanno lanciando gli allevatori e - afferma - occorre recepirlo, in fretta, auspicando azioni urgenti, ordinarie o straordinarie che siano, per superare questa situazione grave e insostenibile, aggravata anche dalla costante siccità. Bene ha fatto l'assessore regionale Marco Remaschi a sollecitare il ministro Galletti affinché la Regione possa attuare il 'Piano lupo', che è ancora bloccato a livello nazionale. Chiediamo alla Regione che insista e si faccia promotrice con l'assessore Remaschi di ulteriori iniziative per superare questa emergenza - continua -. Per il nostro territorio abbiamo già interessato la consigliera regionale Fiammetta Capirossi. E a breve - conclude l'assessore Ignesti - convocherò i nostri allevatori e le associazioni di categoria per discuterne insieme”.

Ultimo aggiornamento: Mar, 24/10/2017 - 16:08